La martire di Donesk

La Storia procede, l’essere umano no. Sarà perché è legato alla sua specie. Se il contesto lo permette, l’uomo diventa una macchina di odio e permette ogni forma di violenza.
Consiglio la lettura dell’articolo su Irina Dovgan dall’Osservatorio Balcani e Caucaso:

 

http://www.balcanicaucaso.org/aree/Ucraina/Irina-Dovgan-la-martire-di-Donetsk-156404